Tiramisù al pistacchio

Il tiramisù è indubbiamente uno dei dolci più golosi ed amati in tutto il mondo; uova, zucchero e savoiardi non mancano nemmeno in questa rivisitazione che mette in primo piano però il pistacchio.

Per la preparazione di questo dolce ho utilizzato una crema spalmabile di pistacchio: il mio consiglio è quello di scegliere una crema o pesto di pistacchio di buona qualità con una percentuale di pistacchio molto alta ( la mia ad esempio è al 65 % ) in modo che gli zuccheri e gli olii vegetali utilizzati in lavorazione sia più bassi rispetto al vero protagonista. Ho pensato ad una monoporzione moderna ma facilissima da realizzare con i miei amati stampi in silicone; nulla vi vieta di eliminare il passaggio della gelatina , ottenendo una crema morbida per preparare un tiramisù più tradizionale nella forma, nella pirofila o già diviso in bicchieri o coppette ( mettete in conto qualche savoiardo e della bagna in più in queste opzioni) .

Gli ingredienti per 10 monoporzioni da 100 gr circa:

  • 250 gr di mascarpone
  • 375 gr di panna fresca
  • 230 gr di crema al pistacchio ( pesto di pistacchio meglio se al 65%)
  • 1 tuorlo d’uovo grande
  • 90 gr di zucchero semolato
  • 50 ml di latte
  • 3 fogli di gelatina ( 6 gr )
  • 160 gr di cioccolato fondente
  • 8 savoiardi sardi ( quelli larghi e morbidi)
  • 50 ml di acqua
  • un cucchiaio di rhum
  • pistacchi e decorazioni in cioccolato

Portate a bollore l’acqua con il rhum e 20 gr di zucchero, poi spegnete e lasciate raffreddare la bagna; nel frattempo mettete in ammollo in acqua fredda i fogli di gelatina. In una casseruola mescolare il tuorlo con il restante zucchero ed il latte e fate pastorizzate raggiungendo gli 80 gradi, spegnete il fuoco e scioglietevi dentro la gelatina ben strizzata. Aggiungete al preparato il mascarpone e la crema di pistacchio mescolando bene con una frusta; montate lievemente 250 gr di panna senza farla diventare troppo soda, lasciatela semimontata ed incorporatela alla crema in lavorazione. Dividete il composto negli stampi arrivando ai 3/4 ed affondate in ognuno un pezzetto di savoiardo ammorbidito con poca bagna preparata in precedenza. Trasferite in freezer il tutto per fare rapprendere; sciogliete a temperatura non troppo alta ( sul fuoco ma anche in microonde) il cioccolato fondente con la panna rimasta mescolandoli con cura per ottenere una ganache da colare negli stampi per completare il dolce creando un sottile strato alla base delle monoporzioni. Rimettete in freezer e fate congelare completamente ( circa 6 ore ); sformate i dolci ancora congelati almeno un paio di ore prima di servire e poi completateli con piccole decorazioni di cioccolato e pistacchi sbucciati o in granella.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.