Orzotto con bacon e uva

Per questa ricetta ho preferito portare a cottura l’orzo perlato proprio come se fosse un  risotto, partendo da un fondo saporito, tostandolo e poi bagnandolo con un brodo vegetale leggero. Continuando con i sapori d’autunno, la protagonista del piatto assieme all’orzo è questa uva rosata priva di semi: sarebbe molto più impegnativo utilizzare un’uva alla quale dover togliere tutti i semi.

b3c179fe-646a-452a-985e-5b27f67e8a41

Gli ingredienti per 4 persone sono:

  • 320 gr di orzo perlato
  • 250 gr di uva rosata senza semi
  • 120 gr di bacon
  • 1 piccola cipolla bianca
  • 30 gr di burro
  • brodo vegetale
  • pecorino romano
  • parmigiano reggiano
  • olio evo
  • sale
  • pepe nero

Tagliate il bacon a striscioline e mettetelo nel tegame per cuocere l’orzo, fatelo rosolare senza alcun condimento: tritate la cipolla molto fine ed aggiungetela al bacon assieme ad un filo di olio. Fate tostare l’orzo, dopo averlo sciacquato con cura, nel fondo di cottura di bacon e cipolla,  poi iniziate a bagnarlo con il brodo vegetale: aggiungete brodo quando necessario, l’orzo cuocerà circa 25 minuti. Nel frattempo lavate l’uva e tagliate gli acini a metà: scottate gli acini di uva per circa 5 minuti in una padella a fuoco vivo con poco olio ed una presa di sale. Quando l’orzo sarà quasi cotto unitevi metà dell’uva e mescolate, regolare di sale, insaporite con abbondante pepe nero macinato. Preparate qualche cialda di parmigiano su di una padella ben calda. A cottura ultimata dell’orzotto spegnete il fuoco, mantecate con il burro freddo e il pecorino romano grattugiato. Impiattate l’orzo disponendo sopra  l’uva avanzata e le cialde di parmigiano spezzettate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.