Cupcake ai broccoli, caprino e paprika

Sembra dolce, ma non lo è: una base di muffin alle verdure con una farcitura di formaggio morbido ed una spezia magari vi assicuro che può essere un’idea velocissima da realizzare per un aperitivo o per arricchire un buffet.
Come nella versione dolce, questi Cupcake sono molto soffici e tali si mantengono, quindi possono essere anche preparati in anticipo; io li ho realizzati in versione micro per un aperitivo , utilizzando uno stampo in silicone con forme molto piccole, ma nessuno vi vieta di utilizzare il classico pirottino in carta per i muffin. Spesso procedimento e dosi se volete sostituire i broccoli con la zucca, gli spinaci o le carote. Per ultimare i Cupcake potete anche variare le spezie o in alternativa utilizzare dei semi di sesamo o papavero.

Gli ingredienti sono:

  • 250 gr di farina Manitoba
  • 250 gr di cime di broccoli
  • 100 ml di latte
  • 3 uova medie
  • 50 gr di parmigiano grattugiato
  • 90 ml di olio di semi
  • 1 bustina di lievito istantaneo per preparazioni salate
  • 9 gr di sale fino
  • pepe
  • 100 gr di caprino
  • 3 o 4 cucchiai di yogurt greco
  • paprika  forte

Sbollentate per circa 5 min in acqua bollente le cimette di broccoli e poi scolatele passandole sotto l’acqua fredda. Mescolate tutti gli ingredienti secchi ( farina, parmigiano, sale e lievito ) in un recipiente capiente, mentre nel bicchiere del mixer versate i liquidi ( olio, latte e uova ) assieme ai broccoli sbollentati e frullateli velocemente.  Amalgamate i due preparati ottenendo un composto molto morbido ed insaporitelo con una macinata di pepe nero. Dividete l’impasto nello stampo o nei pirottini per muffin riampindoli per i 2/3; infornate a 180 statico per 15/20 minuti circa, valutando in base alla grandezza dello stampo. Mescolate nel frattempo il caprino con lo yogurt e riempite una sacca da pasticceria. Una volta sfornati e raffreddati i muffin farciteli con il caprino e spolverateli con la paprika forte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.